Al momento stai visualizzando Caratteristiche della lettera di presentazione

Caratteristiche della lettera di presentazione

Un documento molto importante nel momento in cui un candidato presenta la propria candidatura finalizzata a ricoprire una posizione lavorativa, è costituito sicuramente dalla lettera di presentazione.

Il suo scopo è essenzialmente quello di catturare l’attenzione dell’esaminatore e ottenere un colloquio. Conosciuta in inglese col nome di “cover letter”, essa è contraddistinta dal carattere dell’informalità, ragion per cui, diversamente dal curriculum vitae, di natura rigorosamente professionale, quest’ultima può risultare creativa e personale. Essa dovrà riuscire ad attirare l’attenzione di chi sta leggendo e suscitare il desiderio di proseguire la lettura.

Bisogna sempre ricordare che la lettera di presentazione dovrebbe essere sempre scritta in prima persona, dal momento che attraverso la sua redazione, il candidato deve essenzialmente presentare se stesso al selezionatore, e quindi di riflesso all’azienda. Essa poi deve essere semplice e diretta, ed esatta nei suoi contenuti.

Per quanto riguarda la stesura, generalmente la prima parte del documento deve contenere una sorta di presentazione, in cui il candidato deve raccontare chi è. Ampio spazio al profilo professionale, alle competenze acquisite, alle proprie capacità, facendo ben attenzione a evidenziare le caratteristiche che corrispondono al profilo ricercato dall’azienda. Bisogna chiarire che non è necessario essere precisi e dettagliati, dal momento che a fugare ogni dubbio sui dettagli delle nostre esperienze professionali, toccherà al curriculum vitae, di natura più descrittiva e schematica.

Può far seguito alla prima parte una seconda contenente le motivazioni che hanno spinto il candidato alla candidatura. A questo riguardo risulterà un aspetto positivo sicuramente la raccolta di informazioni inerenti all’azienda, in modo da dare l’impressione di conoscere l’azienda e la realtà in cui essa opera. In questa parte del documento si possono inserire tutti i punti in comune che si ritiene di avere con l’azienda e enunciare quali vantaggi si intende apportare all’azienda per mezzo della propria assunzione.

La parte centrale nella relazione della lettera di presentazione è rivestita essenzialmente dall’enunciazione dei propri punti di forza, dal momento che lo scopo di tutto il documento è quello di stupire il selezionatore e convincerlo a puntare sul candidato stesso. A questo riguardo, pertanto, la cosa migliore da fare è puntare tutto sottolineando le proprie qualità, competenze, i propri punti di forza nonché tutti i requisiti positivi che contribuiscono a rendere la figura del candidato quella adatta alla posizione lavorativa da ricoprire. Ci si può servire, in questo caso, anche dell’enunciazione delle esperienze formative effettuate dalla risorsa, nonché di quelle sociali che hanno determinato lo sviluppo da parte di quest’ultimo, di competenze specifiche, come la capacità di lavorare in team o la resistenza allo stress.

Detto ciò, allorché ci si avvicina alla conclusione della redazione del documento, sarà preferibile effettuare un controllo dello stesso per effettuare eventuali correzioni e controllare che esso rispetti precisi canoni, quali semplicità, originalità e obbiettività nei contenuti.

Una volta ultimata questa fase si può passare alla stesura della conclusione. E’ bene tener presente che in questa fase, oltre ai saluti, bisogna ringraziare in ogni caso per l’attenzione ricevuta oltre che rimarcare la nostra intenzione ad occupare il posto per il quale ci si è candidati, esprimendo il desiderio di essere contattati.

Lascia un commento